Welcome at the website of Museo Eccel Kreuzer Museum. Your currently used browser is outdated, probably insecure, and may cause display errors on this website. Here you can download the most recent browsers: browsehappy.com

La griglia precedentemente statica diventa un sistema quasi scorrevole ...

Le opere di Esther Stocker si basano su sistemi visivi apparentemente semplici di forme geometriche in bianco e nero, a volte grigie, segni o motivi la cui regolarità è sottilmente disturbata da piccole variazioni. La prevedibile prosecuzione di una stringa di caratteri è ravvivata da una rottura imprevista, lo statico schema si trasforma in un nuovo territorio ricco di scoperte che richiede un’attenta considerazione. Oltre alle tele classiche, le sue composizioni a griglia ricoprono anche pareti e facciate, riempiono intere stanze e avvolgono oggetti.

Nella scultura a griglia, che ricorda una carta appallottolata, le pieghe irregolari rompono l’ordine statico della geometria e lo trasformano in un disordine o in nuovo ordine. La griglia precedentemente statica diventa un sistema quasi scorrevole che si adatta senza problemi alla tridimensionalità, vibrando tra certezza apparente e incertezza visibile.

nata nel1974 a Silandro.
1994-1997: studi all’Accademia di Belle Arti di Vienna;
1996: studi all’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano;
1999-2000: studiall’Art Center College of Design, Pasadena, California.

Riconoscimenti, tra i quali il Premio della Città di Vienna e la borsa di studio per le arti visive del BKA.

Museum gegenstandsfreier Kunst, Otterndorf; Galerie Krobath, Vienna e Berlino; Setouchi Triennale, Giappone; Espace d’art contemporain La BF15, Lione; Dom Umenia/Kunsthalle, Bratislava; Galerie Alberta Pane, Parigi; Galerie im Taxispalais, Innsbruck; MUSEUM 52, Londra; CCNOA – Center for Contemporary Non-Objective Art, Bruxelles; mumok – Museum Moderner Kunst Stiftung Ludwig, Vienna.

Museum Haus Konstruktiv, Zurigo; Vasarely Museum, Budapest; Kunsthaus Graz; Kunsthalle Krems; Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato; MUAC – Museo Universitario Arte Contemporáneo, Città del Messico; 21erHaus, Vienna; Z33 – Huis voor Actuele Kunst, Hasselt (B).